Sul Cammino di Santiago fischiettando l'Internazionale/5° tappa: Ligonde - Arzua

Sul Cammino di Santiago fischiettando l'Internazionale/5° tappa: Ligonde - Arzua

22 agosto 2010

Nonostante la ripartenza molto ritardata a causa della notte fuori, siamo riusciti a portare a casa un altro tappone: più di 36 chilometri. Domani dovremmo riuscire ad arrivare a Santiago, le gambe sono stanche ma vanno, forse, sempre meglio.

Anche oggi il paesaggio è stato spettacolare e si è anche aggiunta una suggestiva bruma che rende il viaggio sempre più simile ad una traversata della Contea. Ci sono sempre più personaggi magnifici lungo il percorso ed è molto emozionante essere salutati praticamente da tutti gli altri pellegrini, dai ciclisti, dai passanti e dagli automobilisti.

Inizia ad essere sempre più complicato trovare da dormire, anche se permane la bellezza di camminare spesso in solitaria mentre si trovano poi decine di pellegrini al primo punto di sosta e gli alberghi sono per l’appunto tutti pieni.

Fortunatamente la nostra sosta era prevista in una grossa cittadina attrezzata per il pienone e stasera dormiremo in un palazzetto pieno di «compagni pellegrini». Oggi anche a causa della stanchezza incombente e al quasi raggiungimento dell’obiettivo, mi sono ritrovato a riflettere per i fatti miei più degli altri giorni e a parlare di meno. Notavo che, come durante la corsa, questo tipo di sforzi ti fanno conoscere nuovi aspetti di te stesso e del tuo corpo.

Questa esperienza è, però ci devo ancora riflettere su, più intensa della corsa in quanto camminando si può approfondire e concentrarsi di più rispetto a quanto non succeda mentre si corre. Poi la possibilità di scambiare pensieri e sensazioni con il Braders rende il tutto anche più intenso.

Nonostante sia (per usare un’espressione di mio padre Prospero) un ateo fottuto, devo dire che mi emoziona un po’ l’idea di raggiungere la Cattedrale di Santiago con Lore; credo sarà un’altra di quelle esperienze vissute insieme che non ci dimenticheremo mai.

 Ora ci si ricarica, domani bisogna essere carichi come delle lippe!

Domenico Cerabona
@DomeCerabona
 

Leggi tutte le tappe del Cammino di Santiago:

Aggiungi un commento

I commenti su Tagli non sono soggetti a moderazione preventiva. La Redazione declina ogni responsabilità circa il loro contenuto, e si riserva il diritto di rimuoverli a propria assoluta e totale discrezione.
Tagli ribadisce pertanto che ogni opinione, accusa o illazione inviata nei commenti è sotto la responsabilità civile e penale dell'autore. La Redazione si riserva di fornire gli estremi dell'autore di ciascun commento ritenuto lesivo all'autorità giudiziaria.
Per maggiori informazioni, consulta la sezione Termini e condizioni di utilizzo.

Plain text

  • No HTML tags allowed.
  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.
  • Lines and paragraphs break automatically.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.