Piccole insofferenze... su Facebook

Piccole insofferenze... su Facebook

 

Ah, l’intollerabile fastidio che, su Facebook, creano…

…quegli status allusivi che non fanno il tuo nome – sia mai – ma che si capisce bene che ti chiamano in causa. E ti accusano pubblicamente di essere un mostro.

…quel dubbio amletico che ti coglie dopo averli letti: lasciar correre, avallando implicitamente, o intervenire, e passare per quello con la coda di paglia?

…quei tanti, tantissimi status che ostentano (successo, sensibilità, amore, amicizia, profondità, felicità di coppia); che lamentano (sfortuna, persecuzione, complotti cosmici orditi contro l’utente, sempre vittima, sempre innocente); che accusano (ah, le vendette incrociate tra ex).

…quelle lamentazioni funebri per il trapassato del giorno, e la manfrina che segue: "È morto il VIP Tizio, era il migliore, ci mancherà". "Ma se fino a ieri non lo conoscevi". "Ti sbagli. Ho tutta la sua produzione/discografia/filmografia. Lo amo da sempre".

…quella stessa manfrina nella sua versione benaltrista: "Voi, persone banali e superficiali, piangete il VIP Tizio. Io invece, che sono profondo e alternativo, piango l'anonimo Caio, anche lui morto oggi, che nessun altro ricorderà".
E a quel punto il brillantone di turno: "Sei banale come coloro che critichi, o orfano dell’anonimo Caio. Io invece, che sono più fico di tutti, faccio la parodia di tutto questo sul mio sito internet". (Ops).

…quelle smancerie tra Tizia e Caia che, nella vita, si detestano reciprocamente, ma che su Facebook si lasciano, la mattina, un cuore in bacheca con la dedica "Ciao amica".

…gli spammer seriali, convinti che quanto scritto/detto da loro sia imprescindibile per le sorti del mondo. (A-ri-ops).

…quei “like” messi solo dopo che (e solo in quanto) ha messo il “like” l'amico.

…quella marcatura stretta, ancora a colpi di “like”, di fidanzati e fidanzate gelose sulla bacheca del partner.

…quelli che ti rimuovono l’amicizia social dopo una battuta dal vivo, musoni e torvi. Salvo ritornare sui loro passi una settimana dopo.

…quelle tardoadolescenti (di tutte le età) che si sono auto-attribuite lo status di sex symbol e che pubblicano quotidianamente proprie foto ammiccanti. In cui stanno malissimo.

Andrea Donna
@AndreaDonna

Commenti

Emiliano dice:

Eheheheh concordo, bella carrellata hahah, e bell'argomento. Gli ops e gli ari-ops a dir il vero riguardano anche me :-) Sul fatto dell'amicizia tolta sul social network avrei solo una categoria da aggiungere (essendo chi mi toglie l'amicizia in eterno diffidato dal richiedermela per il bene stesso della sua propria autostima), cioè quella delle persone che tolgono l'amicizia da facebook per motivi relativi a post di facebook, ma quando ti vedono nel mondo reale ti saltano praticamente addosso alla "grandi amiconi".. Questa è più o meno la mia faccia :-\ e questo il mio pensiero "Vecio, schiodati!". Ma forse, penso a volte, tra social network e realtà vera c'è sempre un certo gap, che per adesso non ho ancora avuto il tempo e la voglia di analizzare. Ah si, poi manca la categoria di chi non mette mai un "mi piace" a nessun post, e una volta incontrato a qualche serata si dimostra il vostro più probabile assiduo lettore, quasi un invasato, ricordandovi addirittura post da voi stessi dimenticati, e coi quali si dice profondamente d'accordo... Cose da successo interplanetario! Mah, anche qui meglio non analizzare, forse si entra nello psichiatrico.

Vittoria dice:

Il mio "ops" lo inserirei nelle insofferenze nei confronti di chi, come me, esaspera una visione cinica e disfattista della vita e un odio concreto nei confronti di qualsiasi tipo di essere umano, una sorta di visione emo della vita, ma con un bel pizzico di ironia ahahahah !!

Aggiungi un commento

I commenti su Tagli non sono soggetti a moderazione preventiva. La Redazione declina ogni responsabilità circa il loro contenuto, e si riserva il diritto di rimuoverli a propria assoluta e totale discrezione.
Tagli ribadisce pertanto che ogni opinione, accusa o illazione inviata nei commenti è sotto la responsabilità civile e penale dell'autore. La Redazione si riserva di fornire gli estremi dell'autore di ciascun commento ritenuto lesivo all'autorità giudiziaria.
Per maggiori informazioni, consulta la sezione Termini e condizioni di utilizzo.

Plain text

  • No HTML tags allowed.
  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.
  • Lines and paragraphs break automatically.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.