Perché tutti credono a certe bufale?

Una bella bufalazza (mozzarella di bufala)

Perché le bufale diventano virali? Con terminologia rubata alla fisica, potremmo affermare che diventano virali perché, o meglio finché, la forza che spinge alla loro diffusione è maggiore rispetto a quella che spinge al loro smascheramento.
Spinge a favore della viralità, per esempio, il fatto che indignarsi e mettere un like (o condividere sul proprio profilo) è più rapido e istintivo che approfondire e ragionare. L'utenza di un social network, del resto, ha il più delle volte poco tempo e un approccio ludico al contesto in cui si trova.

Ma avete notato che le bufale che attribuiscono colpe fittizie ad appartenenti a categorie politicamente scorrette (politici specie destrorsi, forze dell'ordine, clero, giornalisti, giudici) si diffondono a velocità maggiore delle altre bufale?
La loro viralità è accresciuta principalmente da un ulteriore fattore psicologico. Mettendo il like a una di queste bufale, l'utente medio dice pubblicamente: "Vedete? Anche io, come l'autore del post, non perdo occasione di indignarmi contro questi politici (o sbirri, o preti ecc.)!"
 
Il credito sociale che ne deriva è una ragione in più per condividere il messaggio sulla propria bacheca e nel proprio intimo. Al contrario, gli interventi critici sono disincentivati.
Di fronte a un post minimamente "eretico", ecco torme di utenti affamati di like che non vedono l'ora di pubblicare questo paralogismo infamante: "Se metti in dubbio questa notizia è perché stai dalla parte della casta, dei poliziotti picchiatori e dei preti pedofili!"
Al che, magari, uno lascia anche perdere.
 
Andrea Donna
@AndreaDonna

Commenti

doc. NEMO dice:

"La massa è pirla. Non seguirla".
Laghetto, gruppo hardcore della scena bolognese (non sarà colta come citazione, ma ci sta).

Alessandro Sabatino dice:

"Le masse sono più propense a cadere vittime delle grandi bugie piuttosto che delle piccole" Adolf Hitler (so che non è mai bello citare Hitler, ma è l'essenza stessa della sua dittatura)

bartrosso dice:

puoi citare qualche dato o qualche articolo in particolare che ritieni bufala? per quanto la pensi come te vorrei sapere se effettivamente si possa "calcolare" e schematizzare l'andamento di alcune notizie rispetto ad altre...
Ad esempio, è capzioso definire che le bufale su politici specie destrorsi... a me sembra che contro m5s ne vengano dette quotidianamente (per quanto m5s a volte possa sembrare effettivamente di destra).
Inoltre le bufale che girano credo siano in gran parte lanciate come likefishing da parte di pagine costruite ad hoc per gonfiare il loro parco utenti e in seguito iniziare con lo spam pubblicitario ...

Aggiungi un commento

I commenti su Tagli non sono soggetti a moderazione preventiva. La Redazione declina ogni responsabilità circa il loro contenuto, e si riserva il diritto di rimuoverli a propria assoluta e totale discrezione.
Tagli ribadisce pertanto che ogni opinione, accusa o illazione inviata nei commenti è sotto la responsabilità civile e penale dell'autore. La Redazione si riserva di fornire gli estremi dell'autore di ciascun commento ritenuto lesivo all'autorità giudiziaria.
Per maggiori informazioni, consulta la sezione Termini e condizioni di utilizzo.

Plain text

  • No HTML tags allowed.
  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.
  • Lines and paragraphs break automatically.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.