I dubbi amletici di un giovane blogger

dado punto interrogativo question mark

Ieri è stata una giornata pesante. Abbiamo avuto un traffico impensabile, superiore a tutto quello da noi gestito nei precedenti 10 mesi del blog, grazie a questo articolo.
In questo disastro di commenti, mail alla nostra casella di posta elettronica, veleno, polemiche gratuite, inciviltà e generalizzata mancanza di senso dell'umorismo, a mezzanotte inoltrata mi trovo davanti a questo commento:

"WOW! so ke x avere visitatori in un blog bisogna attirare l’attenzione, ma questa è una emerita stronzata!"

Aveva ragione: il post è una scemenza, è un articolo umoristico di contorno su un avvenimento sociale assolutamente marginale. Una non-notizia, in gergo tecnico. Non sposta niente negli equilibri del mondo: niente. È strepitosamente fine a se stesso. Al che, mi è venuto naturale rispondere:

"E ha funzionato meglio di:

Noi redattori ci stiamo facendo molte domande. Ma anche voi del pubblico  potreste provare a porvi qualche interrogativo".

Umberto Mangiardi
@UMangiardi

Commenti

Marina dice:

Le donne non si pongono domande.
Hanno giá le risposte. :)
E credo che una risposta potrebbe essere solo uno dei proverbi preferiti di mia nonna: "Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce"
In questa noia mortale che è diventato il mondo del web, in cui la parola d'ordine è stupire, vi aspettavate forse di fare audience con Plutone?
Non saprei che altro aggiungere, per stupirvi a mia volta con effetti spettacolari, e, pertanto, scivolo su un banale ringraziamento. Per aver dato un piccolo senso alla mia insonnia di stanotte.
Da oggi avrete una seguace in più. Rassegnatevi
Marina

Aggiungi un commento | Tagli

This design is wicked! You definitely know How can we increase our height?
- http://lashandaWeissinger.jimdo.com to keep a reader
amused. Between your wit and your videos, I was almost
moved to start my own blog (well, almost...HaHa!) Wonderful job.
I really loved what you had to say, and more than that, how you presented
it. Too cool!

Gian dice:

Intanto, grazie a quella "non-notizia di contorno", sarà più o meno una giornata che leggo vari articoli di questo blog; apprezzo molto lo stile ed i contenuti, vi siete guadagnati un lettore in più (il tutto a causa di un pezzo umoristico, ve ne rendete conto?).

Elena dice:

In effetti il pezzo era spassosissimo. Complimenti! Ma sono rimasta basita di fronte ai commenti stupidi e perfino offensivi che ha suscitato da entrambi i sessi! Ma il senso dell'umorismo, l'autoironia, un po di sana leggerezza.... dove sono?

Chiara dice:

Probabilmente se aveste pubblicato la foto di una donna nuda avreste addirittura triplicato le visualizzazioni: e allora? Youporn ha sicuramente molte più visualizzazioni di voi, ma ciò non significa che i suoi contenuti siano degni di essere visti. Se il vostro problema è fare visualizzazioni, forse dovreste cambiare mestiere: il giornalismo è ben altro.

Elena dice:

DA donna ho condiviso in pieno il vostro articolo, che a mio parere ha suscutato più riflessione di tutto il giochino escogitato da qualche cerebroleso. Per il resto, che dirvi? anche io sono una nuova vostra fan, anche se non capisco granché di Plutone :)

motoreacreazione dice:

Non facciamo le cose più complicate di quello che non sono. C'era un'energia, che si era accumulata con il tempo, proprio come accade con i terremoti. Il vostro pezzo é andato a fare il punto e ad esprimere con sapienza quel sentimento che molti stavano vivendo. La viralità é proprio questo: far risuonare un sentimento nei cuori (Mirco Pallera, Create!). Da questo non si può proprio giudicare nessuno, né chi l'ha scritto (anzi davvero complimenti, siete stati bravi a cogliere cosa servisse alle persone in quel momento e a farlo bene e nel vostro stile) né i lettori se si sono fatti toccare da questo pezzo e non da altri!

Moko Crazy dice:

Avere un blog non significa dover essere sempre serio e in punta di piedi. Io credo fermamente che sia parte del lavoro di chi scrive capire di cosa il pubblico abbia bisogno (cosa tutt'altro che facile), e voi ci siete riusciti, probabilmente scatenando la gelosia di altri. L'articolo poi e' scritto molto bene, a differenza di tanti altri contenuti pubblicati da vari blog. L'incivilta' e la mancanza di educazione dei commentatori gli si ritorce contro in forma di una sana figura di cacca fatta e finita. Della serie, contare fino a cento prima di scrivere.

Eddie dice:

povero plutone..andiamo tutti in massa nell'articolo a rendere l'importanza che meriterebbe!

Anna dice:

Se lo scopo era informare e pubblicizzare per la campagna contro il cancro al seno, l'articolo ha senz'altro centrato il punto: anche se usando un tono saccente e un po' maschilista (ok, era voluto, ok, era ironico... ma si sarebbe potuto facilmente evitare) ha puntato i riflettori sul tema.
Mi permetto di segnalarvi un sito veramente valido sull'argomento: http://www.thescarproject.org/gallery/

Aggiungi un commento

I commenti su Tagli non sono soggetti a moderazione preventiva. La Redazione declina ogni responsabilità circa il loro contenuto, e si riserva il diritto di rimuoverli a propria assoluta e totale discrezione.
Tagli ribadisce pertanto che ogni opinione, accusa o illazione inviata nei commenti è sotto la responsabilità civile e penale dell'autore. La Redazione si riserva di fornire gli estremi dell'autore di ciascun commento ritenuto lesivo all'autorità giudiziaria.
Per maggiori informazioni, consulta la sezione Termini e condizioni di utilizzo.

Plain text

  • No HTML tags allowed.
  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.
  • Lines and paragraphs break automatically.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.