Dietro ad "Adesso fuori dai coglioni": solo una pagina Facebook o un network organizzato?

Dietro ad "Adesso fuori dai coglioni": solo una pagina Facebook o un network organizzato?

Ci siamo già occupati del gruppo “Adesso Fuori dai Coglioni”. Ma si tratta solo di una semplice pagina Facebook? 
La pagina Facebook “Adesso fuori dai coglioni” è la pagina principale, la vetrina, che posta articoli e ovviamente le immancabili immagini di vario genere e dubbio gusto, che sfociano nel populismo, nel razzismo e nel complottismo.

Su nove notizie, sei sono "dedicate" agli stranieri. (clicca per ingrandire)Principalmente, il blog dai quali vengono tutti i post pare essere Senzapelisullalingua.info. Il dominio di "Senza peli sulla lingua" è registrato negli USA, in Arizona per la precisione (ma non è un male: moltissimi siti sono registrati negli Stati Uniti); su WhoIs.net, tuttavia, non si trova nessuna informazione precisa sul blog stesso, sui suoi autori, sui suoi recapiti.
Il legame tra i due soggetti (blog e pagina facebook) è subito evidente: nella colonnina a destra c’è l’immancabile "Ci trovi su Facebook", con il link della pagina “Adesso Fuori dai Coglioni”.
Il blog “Senza Peli sulla Lingua” (secondo il software Alexa) ha rank 1.991 in Italia (Tagli, per fare un raffronto, all'epoca era oltre il 40.000° posto) e la maggior parte delle visite arriva grazie a Facebook (circa il 77%). Il contenuto di questo blog è per lo più cronaca: reati degli immigrati, scandali politici più o meno verosimili, curiosità (tra cui spiccano le bufale, che noi ci impegniamo a smentire, e amenità varie come questo [link] articolo, una trollata in tutto e per tutto).
Se ci fate caso, nell'immagine a lato vi sono nove notizie, di cui sei sono "dedicate" agli stranieri.

Altro sito connesso ad “Adesso Fuori dai Coglioni” è il sito di un movimento politico, che è si è formato recentemente e prende spunto dal sito stesso. Si chiama “Adesso Italia”.
Prova decisiva anche in questo caso la colonnina destra, dove spicca il “Ci trovi su Facebook”, reindirizzato su "Adesso Fuori dai Coglioni”. Su Adesso Italia troviamo tre articoli: in uno di questi si parla di Mario Monti, del Gruppo Bilderberg e del Novus Ordo Seclorum.
Il contenuto accatasta una serie di grandi classici: Mario Monti, il gruppo Bilderberg, la massoneria, gli interessi economici, insomma niente di nuovo. 
La Home di Adesso Italia. In evidenza, il collegamento con Adesso Fuori Dai Coglioni e i nomi dei responsabili. (clicca per ingrandire)Adesso Italia, da come si legge nel sito, ha già tenuto la prima riunione a Roma, per cercare di presentare il proprio simbolo per le elezioni comunali, probabilmente con scarso successo: non c’è traccia infatti del loro simbolo nella chilometrica scheda elettorale romana.
In questo caso, però, sembra che il sito del movimento sia abbastanza abbandonato: l’ultimo aggiornamento risale al 16 marzo 2013, con un post nel quale si invitava la gente a lasciare il nominativo per passare da un partito “virtuale” ad un partito sul territorio. Questo post è stato letto in questi quattro mesi solamente 763 volte (al 1 agosto 2013). 
Adesso Italia, infine, ha oltre 27.000 Mi Piace su Facebook (pagina fondata nel 2013).

Al network (Adesso Fuori Dai Coglioni + Senza Peli Sulla Lingua + Adesso Italia) si aggiunge anche la pagina Facebook “Non chiamateli politici ma criminali”. È stata fondata il 25 gennaio 2013 ed è collegata proprio con Adesso Italia.
Ha 39.465 fan ed è dunque una pagina “secondaria” (“Adesso Fuori dai Coglioni”, fondata il 5 aprile 2012, ha oltre 456 mila fan).
Guardando poi la pagina di Adesso Italia notiamo che tra le occupazioni c’è anche “Made in Italy”: la galassia di Adesso Fuori dai Coglioni, quindi, sembra non finire. 

“Made in Italy” dalle info è connessa al sito web senzapelisullalingua.info. È stata aperta nel febbraio 2013 ed ha sfondato i 100.000 fan. Altra cosa da notare: i post e le immagini sono gli stessi.
Questa pagina si va quindi ad aggiungere alle altre tre (più ovviamente i due blog). Ma non è finita qui.
Un’altra pagina aperta nel 2013 è “Prima aiutiamo gli Italiani poi si vede – Movimento Adesso Italia”. Come descrizione è una pagina sociale di “Adesso Italia”. Anche essa ha data di fondazione 2013 e ha quasi 10 mila fans. 
Esiste anche la pagina Facebook di “senzapelisullalingua” che ha pochi fans e che non è così organica con le altre.

L’ultimo pagina nata in questa galassia è “Top Page”, nata il 15/05/2013 con già 6.000 fan, pubblicizzata circa ogni giorno dalla pagina principale. Sulla pagina principale inoltre sono pubblicizzate offerte su tablet e computersulle vacanze e sui prestiti di denaro. Perché Adesso Fuori Dai Coglioni odierà anche le Banch€, ma non gli istituti di prestito inserzionisti...

Adesso Fuori Dai Coglioni  odia le banche. Ma non gli istituti di prestito (che li sponsorizzano).

Diverse centinaia di migliaia di fan su facebook, due blog, mezza dozzina di pagine social, collaborazioni varie e - sembra - concessione di spazi pubblicitari: per essere un genuino movimento di protesta autogenerato dal basso, sono molto organici.
E organizzati.

Alessandro Sabatino 
@twitTagli 

 

 

[ TUTTI I DATI CITATI SI RIFERISCONO AL MOMENTO DI PUBBLICAZIONE DELL'ARTICOLO ]

Commenti

Victor dice:

Grazie Alessandro per la tua spiegazione,se volete altri dettagli o info chiedete pure,un saluto Victor Dirby fondatore e promotore di adesso fuori dai coglioni

giacomo finelli dice:

dovremmo creare una rete contro tutte queste orrende pagine facebook. Datevi un'occhiata anche a avvistamenti di creature mitologiche please quella è la peggio di tutte!

Cat zu Felics dice:

No! Non è questione di pensarla in modo diverso:
questo, mi scusi, è il solito scudo dietro il quale ci si nasconde quando si spandono stronzate.
La questione è che diffondete e pompate all'inverosimile notizie spesso false, manipolate o interpretate a cavolo, fate accostamenti privi di qualsiasi logica e di qualsiasi capacità di analisi, vomitate insulti a cazzo, fomentate razzismo.
Anche quando fate gli "anti-casta" sbagliate volontariamente obiettivo creando campagne d'odio verso due persone - per carità, CRITICABILISSIME (quella più abbronzata fa anche parte di un governo e di un partito pessimi), ma non con i vostri argomenti da due soldi - che di fatto all'interno delle classe dirigente del paese contano molto poco.

Cat zu Felics dice:

Salve, Victor.
Anche se mi ha fatto perdere un'importante amicizia devo farle i complimenti.
Lei è un genio: contrabbandando contenuti di m... è riuscito a creare un piccolo network col quale probabilmente guadagna anche qualche soldo grazie alla pubblicità.

Cat zu Felics dice:

«Il contenuto accatasta una serie di grandi classici: Mario Monti, il gruppo Bilderberg, la massoneria, gli interessi economici, insomma niente di nuovo»

Ad Alessandro chiedo però di non sottovalutare questi temi e a non liquidare tutto come complottismo paranoide.

redatagli dice:

Per carità, ma le cose son molto più semplici e lineari di quanto sussurrato. La massoneria, ad esempio, non è roba di medaglioni d'oro, cappucci neri e formule magiche. Banalmente, è una modalità di trattare gli affari tra amici di amici. :-)

UM

Victor dice:

giustamente per lei che la pensa in modo diverso dice che sono contenuti di m... noi invece crediamo di rappresentare gli Italiani stanchi del falso moralismo e buonismo a tutti i costi,per il suo amico mi dispiace anche se non capisco che colpa posso avere io...saluti

alessandro sabatino dice:

Protestare contro i politici e' legittimo, anche se non sempre del tutto condivisibile. Attaccare personalmente i politici, come per es. la Kyenge come fate voi e' abbastanza al limite e di certo non e' condivisibile. Fare post riguardo bufale acclarate: scie chimiche, cure alternative o altri mi fa bollire il sangue. Perche' sono cose false: sono argomenti scientifici che spesso trattate con estrema superficialita'..

Victor dice:

ps vedo che anche voi guadagnate col le pubblicita' si predica bene e razzola male...almeno noi manteniamo tre articolisti ragazze madri voi?

redatagli dice:

Voi mantenete ragazze madri? Ma davvero? E reinvestite i profitti per sconfiggere anche la fame nel mondo, per caso?

Senti: nonostante io creda che tu stia sostenendo delle sonore scempiaggini (non basta dire "io sono l'admin di tizio e caio", bisogna provarlo: di mitomani ne abbiamo già avuti, e per me tu sei e resti un indirizzo di posta elettronica piuttosto anonimo. Quanto alle ragazze madri... va beh, lasciamo perdere. Mi pare una storia un po' troppo lacrimevole per essere vera), prendiamo tutto per buono e passiamo oltre: ti do un paio di coordinate a titolo di cortesia.

- Il problema non è che la pagina in questione guadagni: mi fa ridere che una pagina che se la prende con lo strapotere delle banche guadagni pubblicizzando istituti di prestito di denaro. Faceste soldi solo con offerte di viaggi, libri di cucina, gommisti ecc. non ci sarebbe nulla da dire: siete un prodotto che può avere sviluppi commerciali, sfruttarli o non sfruttarli non è cosa che ci riguarda.
Fa invece ridere che vi scagliate contro le banche per poi sponsorizzare chi presta del denaro.

- Tagli non guadagna grandi cifre dagli annunci pubblicitari in calce all'articolo. Sono le risibili cifre che garantisce lo scarno plug-in di wordpress. Attualmente, non abbiamo contratti pubblicitari in essere. E comunque, ripeto, guadagnare dalla pubblicità non è illecito né scandaloso. Anzi!

- Non abbiamo da mantenere ragazze madri. Tagli non è una masnada di casi umani, è un sito di informazione con cui collaborano volontariamente giovani esperti.

Suggerisco per i prossimi commenti meno tracotanza e più grammatica italiana.
Saluti

UM

Aggiungi un commento

I commenti su Tagli non sono soggetti a moderazione preventiva. La Redazione declina ogni responsabilità circa il loro contenuto, e si riserva il diritto di rimuoverli a propria assoluta e totale discrezione.
Tagli ribadisce pertanto che ogni opinione, accusa o illazione inviata nei commenti è sotto la responsabilità civile e penale dell'autore. La Redazione si riserva di fornire gli estremi dell'autore di ciascun commento ritenuto lesivo all'autorità giudiziaria.
Per maggiori informazioni, consulta la sezione Termini e condizioni di utilizzo.

Plain text

  • No HTML tags allowed.
  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.
  • Lines and paragraphs break automatically.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.