Dieci abitudini telefoni(ni)che che abbiamo perso (o che stiamo perdendo)

Dieci abitudini telefoni(ni)che che abbiamo perso (o che stiamo perdendo)

1. Mandare e ricevere sms.

2. Fare gli "squillini".

3. Digitare lo zero prima del prefisso chiamando un cellulare.

4. Saltare la digitazione del prefisso chiamando, ovviamente da fisso, un telefono fisso nella stessa città.

5. Usare la formula "Pronto, è casa Rossi?".

6. Avere l'impressione che chiamare un fisso da cellulare costi di più.

7. Chiamare sul fisso perché sul cellulare, a meno che non sia urgente, "si disturba".

8. Guardare l'ora sull'orologio da polso.

9. Chiudere il prima possibile una chiamata da cellulare per evitare costi esorbitanti.

10. Rispondere "pronto" e non sapere ancora chi parla.

Fuori classifica: Escludere categoricamente che vi possa chiamare il Papa.

Andrea Donna
@AndreaDonna

Commenti

franz66 dice:

1) c'è ancora chi ne fa uso. Io li ho sempre odiati anche perchè spesso contenevano domande aspettandosi quindi risposte: se mi vuoi chiedere qualcosa chiama senza coinvolgere me ;
2) che pena e al contenpo che rabbia: per risparmiare contano sul richiamo dell'altro ! Ma se non potevi permetterti di usarlo perchè te lo sei comprato, il telefonino?
3 e 4 ) da appena 14 e 12 anni rispettivamente;
5) qualche volta la si usa ancora. Certo, decisamente meno di una volta;
6) beh, ancor oggi chiamare un fisso di norma costa di piu dal cellulare che da altro fisso. A meno che non ti riferisca alle tariffe flat pure dei telefonini. Ma non tutti ce l'hanno;
7) dipende dalla confidenza che si ha e da chi si chiama;
8) Non la so leggere nel elefonino, almeno nei modelli che ho avuto, pertanto questa abitudine per me c'è ancora;
9)per quanto buona la mia tariffa anche io mi spazientisco quando la gente mi trattiene;
10) capita raramente , quando il numero non ti compare o ti compare ma non ce l'hai in rubrica e non ti esce il nome .

Aggiungi un commento

I commenti su Tagli non sono soggetti a moderazione preventiva. La Redazione declina ogni responsabilità circa il loro contenuto, e si riserva il diritto di rimuoverli a propria assoluta e totale discrezione.
Tagli ribadisce pertanto che ogni opinione, accusa o illazione inviata nei commenti è sotto la responsabilità civile e penale dell'autore. La Redazione si riserva di fornire gli estremi dell'autore di ciascun commento ritenuto lesivo all'autorità giudiziaria.
Per maggiori informazioni, consulta la sezione Termini e condizioni di utilizzo.

Plain text

  • No HTML tags allowed.
  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.
  • Lines and paragraphs break automatically.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.