A caccia di acqua: la risorsa strategica dell'ISIL

A caccia di acqua: la risorsa strategica dell'ISIL

Come scrive il giornalista John Vidal in un articolo sul The Guardian, sembra che il controllo sulle risorse idriche sia la soluzione per risolvere il conflitto in Iraq tra i membri dell'ISIS ormai IS (vd articolo) e il governo.
Le prime lezioni di storia che riceviamo da piccoli ci insegnano che le civiltà preistoriche occidentali sono sorte lungo i fiumi Tigri ed Eufrate in Mesopotamia, una terra desertica o semidesertica in cui la vicinanza all'acqua si è rivelata fondamentale per il sostentamento e lo sviluppo della civiltà umana 

Ancora oggi, la vicinanza, ma soprattutto il controllo di questi fiumi, dei loro affluenti, dei laghi che ne nascono e delle dighe che li delimitano si rivela di un'importanza strategica addirittura superiore a quella delle raffinerie di petrolio.
Come si può vedere dalla mappa, le truppe sunnite dell' IS controllano la città di Samarra, di Tikrit, di Mosul e di Falluja insieme alle relative dighe e centrali idroelettriche.
Avere il controllo su queste ultime significa poter decidere a chi fornire energia elettrica e a chi no. Significa inoltre scegliere di deviare o talvolta addirittura interrompere flussi irrigatori nei campi e provocare carestie.
Significa scegliere un'arma che colpisce molto più lentamente di una bomba o un colpo di mitra e ridurre i civili iracheni alla sete.

L'obiettivo finale dell'IS potrebbe essere Haditha, città famosa nel 2004 per la strage di 24 civili ad opera di Marines denunciati solo due anni più tardi grazie a dei video di giornalisti locali. La città si trova vicino ad una diga le cui sei turbine sono state rimesse in funzione nel 2004 ed oggi è la seconda centrale idroelettrica irachena dopo Mosul.
Secondo gli esperti ottenere il controllo sulla diga di Haditha significherebbe ottenere il controllo su Baghdad e quindi, inevitabilmente, vincere questo conflitto contro gli Sciiti e annettere anche l'Iraq al Califfato Islamico.
I tempi cambiano, i modi di combattere pure e in questo conflitto in Medio Oriente il nuovo cavallo di Troia è l'acqua.

Elle Ti
@twitTagli

Aggiungi un commento

I commenti su Tagli non sono soggetti a moderazione preventiva. La Redazione declina ogni responsabilità circa il loro contenuto, e si riserva il diritto di rimuoverli a propria assoluta e totale discrezione.
Tagli ribadisce pertanto che ogni opinione, accusa o illazione inviata nei commenti è sotto la responsabilità civile e penale dell'autore. La Redazione si riserva di fornire gli estremi dell'autore di ciascun commento ritenuto lesivo all'autorità giudiziaria.
Per maggiori informazioni, consulta la sezione Termini e condizioni di utilizzo.

Plain text

  • No HTML tags allowed.
  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.
  • Lines and paragraphs break automatically.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.