Bitcoin: cosa sono e perché puntare sulle criptovalute

Bitcoin: cosa sono e perché puntare sulle criptovalute

Ogni tanto si torna a parlare di criptocurrency e quindi di Bitcoin, la criptomoneta per eccellenza. Tutti sembrano conoscerlo e di averlo già sentito nominare in qualche occasione, ma quando si vuole andare un po' più nello specifico, pochi dimostrano una conoscenza completa del sistema e delle sue potenzialità.

Perché Bitcoin è così importante allora?
Bitcoin è un sistema basato sulla fiducia. È come se domani scendessi in piazza e urlassi che i sanpietrini hanno un valore unitario in moneta e che possano essere usati come merce di scambio diretto per beni e servizi. Riassumo qui di seguito le caratteristiche principali del sistema:

1- È un sistema monetario decentrato, cioè senza una banca centrale che ne controlli il valore, che invece è dettato esclusivamente da domanda e offerta.
Questo significa che più persone vogliono possedere bitcoin, più il valore aumenta, più beni e servizi accettano pagamenti in bitcoin, più il valore aumenta.
Alla stesura di questo articolo il cambio equivale a 1 BTC = 243 USD.

2- È una moneta virtuale, cioè non esiste contante. Le transazioni sono protette da chiavi crittografiche e avvengono senza terze parti, cioè senza banche.
Questo ha il vantaggio di velocizzare il processo, di renderlo anonimo, ma lo svantaggio è che una volta che una transazione è avvenuta, non si può più annullarla.
Ogni portafoglio elettronico possiede un semplice indirizzo in caratteri alfanumerici tramite il quale si possono effettuare pagamenti con un clic o riceverli da un altro portafoglio.

3- Le transazioni vengono registrate su nodi in un sistema peer-to-peer. Bitcoin non può essere fermato dalle autorità, perché non ha una sede centrale, non ha un server.
Le transazioni vengono registrate su tutta la rete e l'informazione si espande a macchia d'olio a partire dall'utente che le effettua.

4- È una moneta non inflazionabile. Fin dalla nascita del sistema è stato annunciato che il numero massimo di monete in circolo tenderà asintoticamente a 21 milioni. Nel momento in cui questo articolo viene scritto siamo a quota 13 milioni immessi sul mercato.
Questa caratteristica comporta due conseguenze: la prima è che i governi e le banche non possono distruggere il sistema creando inflazione, perché non si può creare nuova moneta se non nelle modalità già note al pubblico (vedi di seguito).
La seconda è che se il sistema si espande abbastanza, si creerà deflazione man mano che il numero di moneta in circolazione si avvicina ai 21 milioni, perché la richiesta aumenta, ma la disponibilità continuerà a rallentare. Questo comporterà l'aumento del valore del bitcoin nelle altre valute convenzionali.

A questo punto è opportuno stendere dei punti a favore e a sfavore di questo sistema.

Vantaggi:

 

  • Trasferimenti veloci
  • Valore volatile (vantaggio per chi vuole fare margin trading)
  • Anonimato
  • Costi minori per trasferire denaro
  • Nessuna imposta (le imposte si applicano sulle valute convenzionali, tecnicamente bitcoin non è imponibile)

 

Svantaggi:

  • Valore volatile (svantaggio per chi offre beni e servizi, perché il valore può oscillare anche di decine di dollari in poche ore)
  • Non reversibilità delle transazioni

Ma cosa potete fare oggi stesso con Bitcoin, dal punto di vista pratico? Ecco tre esempi principali:

1- Pagamenti e donazioni: aprite il vostro portafoglio Bitcoin e iniziate ad accettare pagamenti.
Su Google si trovano sia portafogli che si usano localmente sul pc (Bitcoin Core), sia siti che offrono servizi di deposito e transazione online (Coinbase).
I bitcoin potranno successivamente essere cambiati in qualsiasi valuta e trasferiti su conto corrente.
Per fornire le coordinate di pagamento a qualcuno che possiede un portafoglio bastano un codice alfanumerico, che può anche essere cambiato per ogni transazione, oppure un Codice QR, che permette di inviare il pagamento semplicemente visualizzando un'immagine con la fotocamera di un dispositivo mobile.

2- Margin trading: esistono siti che forniscono servizi di compravendita di bitcoin. Uno dei più famosi e utilizzati è Bitfinex: depositate una somma di denaro in qualsiasi valuta e iniziate a comprare bitcoin quando il loro valore è basso e vendere quando è alto. Oppure prestate bitcoin quando il valore sta iniziando a calare e ricomprateli quando ricomincia a salire.
Il sito offre tanti servizi, tra i quali anche l'interessante possibilità di prestito ad altri margin traders che dovranno pagarvi una percentuale sui loro guadagni.
È un'attività divertente e ci sono possibilità concrete di guadagni ingenti, vista la volatilità del valore di mercato della criptomoneta monitorabile da diverse charts disponibili sulla rete (ad esempio BitcoinWisdom).

3- Mining: e questa è interessante.
La creazione di nuova moneta avviene con criteri ben precisi: ogni nodo che fornisce potenza di calcolo ha la possibilità di ricevere una quantità di bitcoin (chiamato premio) con una probabilità proporzionale al rapporto della potenza di calcolo del nodo rispetto alla potenza di calcolo della rete globale.
Questo significa, in parole povere, che chiunque può allestire un computer con alcuni moduli appositamente creati e venduti per il calcolo delle transazioni e generare bitcoin per se stessi.
Il premio viene assegnato sei volte all'ora e al momento ammonta a 25 bitcoin, ma tende a dimezzare ogni 4 anni, proprio per garantire una quantità massima di 21 milioni.
Data la diffusione del mining e di apparecchi che creano potenza di calcolo mostruose, gli utenti si riuniscono in pool, cioè in gruppi che uniscono le loro potenze di calcolo in diverse parti del mondo per aumentare la probabilità di ricevere il premio che poi viene diviso fra i partecipanti ponderando le singole somme in base alla potenza di calcolo fornita da ciascun utente.

Sul web esistono vari siti che permettono il calcolo virtuale del guadagno del mining in base al costo dell'elettricità, della potenza di calcolo e di altre variabili minori.
In linea di massima, comunque, più tardi si inizia e meno è remunerativo e oggi siamo quasi al punto in cui non conviene più iniziare l'attività.

Ora avete tutto il necessario per iniziare la vostra personale avventura con Bitcoin. Il mio consiglio è di partire facendo un piccolo investimento, per vedere se vi piace o meno. Se vedete che la cosa fa per voi potrete sempre decidere di aumentare il capitale investito poco a poco e, chi lo sa, magari fra qualche anno vi renderà più di quanto vi sareste mai aspettato.

Mark Molnar
@twitTagli

Aggiungi un commento

I commenti su Tagli non sono soggetti a moderazione preventiva. La Redazione declina ogni responsabilità circa il loro contenuto, e si riserva il diritto di rimuoverli a propria assoluta e totale discrezione.
Tagli ribadisce pertanto che ogni opinione, accusa o illazione inviata nei commenti è sotto la responsabilità civile e penale dell'autore. La Redazione si riserva di fornire gli estremi dell'autore di ciascun commento ritenuto lesivo all'autorità giudiziaria.
Per maggiori informazioni, consulta la sezione Termini e condizioni di utilizzo.

Plain text

  • No HTML tags allowed.
  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.
  • Lines and paragraphs break automatically.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.