Sciopero del 9/12: lettera aperta all'italiano medio

Caro italiano medio, parliamoci un attimo. Nel 2004 io avevo 16 anni, e leggevo La Stampa, e occasionalmente La Repubblica (il Fatto Quotidiano non c'era ancora); tu guardavi il Grande Fratello. Io parlavo dei problemi del conflitto di interessi, tu parlavi di calcio e gnocca.

Tra la fine del 2005 e l'inizio del 2006, io denunciavo il fatto che la Legge ex-Cirielli era una porcata, che avrebbe significato impunità per migliaia di evasori fiscali, corrotti e corruttori, a danno dello Stato. E tu? "Minchia oh, Calciopoli, Moggi, juve ladra".

Nel 2006 io dicevo che votare era importante, perché non erano tutti uguali. Tu dicevi "ma sì, tanto è tutto un magna magna". Ci sono stati i mondiali di calcio, e abbiamo gioito assieme, perché non è che mi piaccia solo fare il menagramo, ma il disastro era dietro l'angolo.

berlusconi_dalema Uno è un condannato in via definitiva. L'altro ha uno yacht. Tutti uguali?

Nel 2008 Berlusconi ha vinto le elezioni, e tu dicevi "ma sì, tanto non è peggio degli altri". Io ti dicevo che Berlusconi era amico di Mangano, Dell'Utri, Putin, Nazarbayev, Previti, che aveva processi per corruzione, frode fiscale, finanziamento illecito ai partiti, falso in bilancio, e l'elenco è lungoTu rispondevi: "E allora, D'Alema che ha lo Yacht?"

Nel 2009 io manifestavo contro la riforma Gelmini, dicendo che avrebbe tolto il futuro all'Italia, e tu dicevi "Eh, tanto siete i soliti fancazzisti che non hanno voglia di studiare, i veri studenti sono sui libri, non in piazza".

Nel 2010 venne fuori il Bunga Bunga, e tu lì ti sei diviso, perché da una parte c'erano quelli che "Ommioddio, Berlusconi è un pervertito maniaco sessuale!!" e dall'altra quelli che "Be' dai, chi non vorrebbe avere anche lui quelle donne?" Io ero quello che diceva che il problema era un altro: era la ricattabilità, la concussione della telefonata in questura.

Nel 2011 (ri)cominciava la crisi, dopo i prodromi del 2008, e tu cascavi dal pero. Io mi battevo per andare alle elezioni, ma tu eri in quell'80% di persone che avevano fiducia in Napolitano e nel governo Monti, perché fidarsi incondizionatamente è molto più facile che ragionare e criticare.

Nel 2012 ti sei trovato con il culo per terra, e ti sei guardato attorno spaesato. Improvvisamente la TV sembrava scolorire, il calcio ti sembrava meno importante della tua pancia vuota. Ma non hai avuto le palle di dare la colpa all'unico vero colpevole: te stesso e la tua ignoranza e ignavia, e quindi hai iniziato con "fa tutto schifo, sono tutti ladri, tutti a casa". E hai cercato un leader, un capo carismatico, un padrone.

Perché per ragionare, distinguere, capire, avresti dovuto leggere quando era ora, e invece parlavi di calcio e gnocca.

grilloAll'inizio del 2013 io ho votato Antonio Ingroia, perché ritenevo che un magistrato antimafia potesse risolvere due dei grandi problemi dell'Italia, ovvero la corruzione e l'evasione fiscale. Forse era la cosa giusta da fare, forse no, ma prima di farla ci ho pensato a lungo, e ho cercato di fare ciò che ritenevo più costruttivo. Tu hai votato Grillo, perché diceva "Vaffanculo!! tutti uguali, tutti a casa! morti zombi!!", ed è evidente che ad essere costruttivo non ci hai mai pensato.

Ingroia ha preso il 2% e non è entrato in parlamento, Grillo ha preso il 25% e ha fatto un sacco di interessanti discussioni sugli scontrini, e un sacco di comizi con frasi identiche a quelle di Hitler, tanto che quando per scherzo ho attribuito a Grillo, sul mio profilo Facebook, un discorso di Hitler ci sono cascati praticamente tutti, approvandolo entusiasticamente.

Rivolta forconiOggi tu sei a spaccare tutto in centro con i tuoi degni compari, Forza Nuova e Casa Pound, quelli che mentre tu te ne fregavi erano già dei fascisti picchiatori, ma ai quali tu oggi fai comodo perché sei arrabbiato, e a veicolare la rabbia loro sono sempre stati bravissimi. Sei a spaccare tutto ripetendo fino all'ossessione che sono "tutti uguali" e devono andare "tutti a casa"... e domani saranno ancora tutti sulle loro poltrone.

Invece i negozianti che oggi hanno tenuto chiuso, quelli ai quali avete rotto le vetrine, quelli che non hanno potuto lavorare per via delle strade bloccate sono tutti un po' più poveri.

Nel mentre, devo anche sentirti accusare me di avere paura e di fregarmene del disastro del paese se non spacco tutto assieme a te, ma quello che non hai ancora capito è che il disastro del paese per me sei tu. Tu che te ne freghi finché hai la pancia piena e poi urli e ti arrabbi quando ce l'hai vuota, e né in una situazione né nell'altra provi a usare il cervello, a informarti, a cambiare le cose con gli strumenti democratici che hai.

I politici possono anche andare tutti a casa, ma finché tu non inizierai a sbattere la testa contro i libri il paese continuerà ad andare a rotoli.

Tu mi accusi di starmene da parte a fare l'intellettuale e di non agire, vuoi sapere cosa ho fatto io? Io ieri sono andato a votare alle primarie del PD, perché sono 10 anni che mi informo, e so cosa di quel partito è giusto salvare per sperare in un cambiamento, e cosa è da buttare perché marcio. Tu non sei andato a votare perché "tutti uguali, tutti ladri".

Il mio candidato non ha vinto (ho votato Civati), ma una parte della classe dirigente è stata silurata, ovvero, per usare un'espressione a te cara, "mandata a casa", e lo è stata anche grazie al mio voto.

Tu, con i tuoi bidoni della spazzatura rovesciati, le Molotov contro il palazzo della Regione, i tuoi strilli e i tuoi belati, quanti ne hai mandati a casa fino ad ora?

Luca Romano
@twitTagli

Commenti

Mario dice:

mah io al momento ho visto sfasciare tutto solo da parte dei centri sociali, black block, anarchici e gentaglia simile. Forza nuova mai visti mettere a ferro e fuoco una città....e d'alema non ha solo lo yatch, ma altre cosette sotto

Marco dice:

L'ennesima boiata per far intendere di votare sinistra...una lettera che ho pressapoco la tua età. Tutte queste rughe per non dire nulla se non che siamo tutti parte dei centri sociali. Peccato che da sempre fanno comodo alla tua sinistra che tanto voti. Allora, sai dove te la devi mettere questa lettera caro Luca Romano?...

Giuseppe dice:

Uno dei commenti più furbi è anche uno dei più lunghi...
e scommetto che l'avranno letto in 3....

Articolo se non in tutto in gran parte condivisibile.
Soprattutto condivido più di ogni altra cosa l'osservazione che ho fatto anche io sul fatto che molti "italiani medi" per le cose importanti del passato non si sono mai visti in piazza, mentre per un generico "fa tutto schifo" e "son tutti ladri" eccoli spuntare...
Lascia indendere quando ci si renda conto che SE FA TUTTO SCHIFO DOBBIAMO PRIMA GUARDARCI ALLO SPECCHIO.

Poi va beh tralasciamo Alessandro Sabatino che devia su TAV ecc...
- Cosa c'entra la sperimentazione animale? Sì, si possono sperimentare i farmaci senza animali, e uno dei segni di civiltà di una società deriva da come tratta chi non può "protestare".
- Mi spiace ma negli OGM non c'è niente di scientifico, solo Copyright (informati meglio!)
- Da cosa dovremmo difenferci con gli F-35?!?
Archi e frecce non ci servono: non siamo più nel medioevo...
- Sul TAV se ne sono dette tante... ma tralasciamo visto che le ferrovie TAV che già abbiamo funzionano come funzionano (ma forse voi non le usate...)
[N.B.: E con tutto questo non è che il M5S sia granché... fanno solo numero]

Scusate se anche io sono uscito dal tema ma certe cose non si possono leggere.

Federico dice:

A Udine nessuno ha combinato disastri, é inutile fare i superiori in un blog.
Secondo la mia modesta opinione, per una volta che gente d'ideologie diverse é unita, lasciamola fare quel che crede per migliorare, nel rispetto degli altri, chiaramente, atti violenti sono solo dovuti alla stupidità di pochi...

Riccardo dice:

Ciao, sono un italiano medio, ti (vi) racconto la mia ignoranza: 24 anni, me ne frego di GF, calcio e gnocca (insomma...) e provo a prendermi un pezzo di carta in ingegneria; non ho l'i-phone, ho un samsung da 100 euro.

Cosa so e cosa non so:
Impegno?
Leggo e vedo TV o telegiornali raramente, tanto non dicono nulla di nuovo, tranne cronaca e cazzate. Politica? Mai fatti, solo bimbi che litigano.
Non ho modo di sapere in maniera perfetta ed imparziale chi votare e di chi sia la "colpa", da tot anni a questa parte; vorrei ribellarmi a chi in parlamento è un porco maiale, mentre ho amici che si sbattono 16 ore nelle cucine per 900 euro al mese, ma non ho i mezzi, o la convinzione, o il tempo.
Voto?
La nostra sinistra fa sempre cilecca; Berlusca, che lo impicchino, ma ormai è inutile; voto Grillo perchè è un volto nuovo, eppure fiasco.
Poi diffido del voto, perchè so di scrutinii truccati e voti comprati.
Debito? Evasione?
Prima solo porci, ora porci e disperati. Intanto, una nuova auto blu viene consegnata a quel tizio la in cravatta (equitalia era di spalle, non l'ha visto).
Il caos di questi giorni ?
Odio e vendetta che si condensano... ragione poca, strumentalizzazioni tante. Gente che si fida e gente che diffida.
Non sono per lo spaccar vetrine e auto di chi lavora; vorrei che tutti gli italiani, chi è direttemente colpito, e chi gli è accanto a farsi i cazzii suoi, nello stesso istante, facciano qualcosa di utile per il paese, per dare uno scossone, ma non so di preciso COSA. Nel dubbio, sono rimasto a casa. Ho letto di gente a favore e gente contro, tra scopi, modalità e mezzi. E da ingorante, non so se "abbiamo" fatto bene o male con questi scioperi.
(Intanto, social network e compagnie telefoniche fanno gran festa)

Noi italiani siamo solo BlaBla, e BlaBla rimaniamo. Torniamocene a fare i cavoli nostri. Che stiamo a fare qua su questa pagina ? Che scrivo a fare io ? Quanti ne abbiamo fatti fuori stasera?
Mah...me ne torno su FB, va ...

Richard

Nicodaemon dice:

Io non ho mai votato PD alle elezioni. Ho votato alle primarie nella speranza di poter cambiare il partito abbastanza da poterlo votare forse in futuro. Il mio discorso non è sul votare tizio o caio, è sul fatto che votare informati è meglio di fare manifestazioni violente e reazionarie.

Salvatore Patanè dice:

A casa ne sono andati tanti perchè grazie a quel 25 % in parlamento non sono entrati gente come Mastella, Fini, Dell'Utri, Storace, e ci aggiungerei anche Alba Dorata e Forza Nuova. Grazie a quel 25 % il parlamento è pieno di mozioni che poi proprio il PD non lascia passare all'ordine del giorno, grazie a quel 25 % Berlusconi è stato momentaneamente silurato (non vorrai mica pensare che sia merito del PD). Hai pagato due euro per un teatrino che ha fatto incassare soldi esentasse ad un partito che i rimborsi elettorali li tiene stretti in tasca a differenza di quel 25 % che li ha restituiti per intero.

Leandro dice:

Mamma mia ragazzi..non c è uno che parla di euro ed europa..siamo messi bene..scannatevi per d alema e berrlusconi..per le primarie tanto le leggi ce le fanno gli altri...ma vi rendete conto??

Nicodaemon dice:

==Sì, certo, che grane saggezza politica: elezioni con lo spread vicino ai 600 punti e un governo ridicolizzato in tutto il mondo.==

Quando la Spagna era sotto attacco dei mercati, durante la campagna elettorale la speculazione si è fermata, in attesa del risultato, non si capisce perché non sarebbe potuto succedere pure da noi.
Se si fosse votato allora il PD avrebbe preso il 40%, Grillo non esisteva, Berlusconi prendeva forse il 10%. Invece così, grazie al peggior presidente della storia repubblicana (eccetto Cossiga) abbiamo avuto un governo di banchieri sotto ricatto di Berlusconi, che ne ha approfittato per resuscitarsi politicamente. Bella mossa proprio!

mozart2006 dice:

Il ceto medio, sarebbe questo? Il ceto medio, salvo poche eccezioni, è la feccia delle società. Il ceto medio è proprio quella gente che rende “fascista” un paese, che sparge odio a palate appena non riesce più a passare le vacanze di Natale alle Maldive.
Noi, che le promozioni del supermercato le cerchiamo da sempre e, nonostante questo, siamo profondamente democratici, e non ci piacciono né quelli che spaccano i bancomat né quelli che bloccano i caselli autostradali, abbiamo davvero la nausea di questo maledetto ceto medio. Sopportiamo da decenni questi personaggi incazzati col mondo che ci avvelenano la vita, prima gli ominidi verdi del nord, poi i destrorsi di Arcore, seguiti adesso dai grandi cervelloni livorosi 5 Stars (capeggiati da due fasci conclamati, a questo punto) per finire con questi meravigliosi forconisti che stanno mettendo a ferro e fuoco il paese. Quindi,

“Vecchia piccola borghesia, per piccina che tu sia, non so dire se fai più rabbia, pena, schifo o malinconia”.

Per quanto mi riguarda, schifo e rabbia. (Un saluto al grande Claudio Lolli!).

Dannox dice:

Qualcuno qui accusa l'autore, reo di non sentirsi vicino ai forcaioli, di aver votato Ingroia che invece li appoggiava. Questo qualcuno non si rende conto del verbo al passato. Ora questo movimento è stato infestato da gentaglia di destra, forzisti e ultras vari che in questi giorni hanno minacciato negozianti e clientela, più svariati automobilisti. Oltre ad aver lanciato pietre et similia in centro a Torino.
Non penso che oggi come oggi, ora come ora, Ingroia continui ad appoggiarlo/i..
Secondo me invece è assurdo prima votare Ingroia e poi regalare 2 Euro al PD, con Renzi che ha già fatto sua una ex di Bersani.. Mah

Nicodaemon dice:

==grazie a quel 25 % Berlusconi è stato momentaneamente silurato (non vorrai mica pensare che sia merito del PD)==

No, penso che sia merito della magistratura. E se è decaduto da senatore è per effetto di una legge approvata da un parlamento in cui il M5S non esisteva.
Comunque, ti segnalo che per me i rimborsi elettorali sono cosa giusta e sacrosanta, il vostro teatrino della restituzione è solo squallida demagogia per quanto mi riguarda.

Daniele Carlini dice:

Veramente condivisibile questo articolo nella quasi totale integrità, mi riservo però di dissentire su quanto detto riguardo a Movimento 5 Stelle, condivido il fatto che molte persone abbiano votato di ignoranza il movimento senza comprenderlo, probabilmente la maggioranza, ma purtroppo o per fortuna i fatti stanno dalla parte dei 5 stelle (di cui faccio parte).
Al PD del paese non frega assolutamente un caxxo, le possibilità di mostrare l'impegno verso i cittadini di cambiare le cose c'erano, e le ha fornite proprio Grillo, che non odia affatto il PD, ma lo vuole spronare a tornare un partito di sinistra, che si batta per quel tipo di ideali.
Invece il partito ha incassato milioni di euro con i rimborsi elettorali, non c'è stata decurtazione alcuna di pecunia dallo stipendio e ha come rappresentante un certo Letta che in tutta la sua vita non è mai andato a lavorare, che ha sempre fatto solo carriera politica.
Se nei partiti sono rimaste persone oneste, che si impegnino a scacciare le persone che gettano in cattiva luce il partito, rinnegandole ! Il paese è nella merda e le chiacchiere stanno a zero, purtroppo.

Lorenzo Penta dice:

Mi fa piacere conversare civilmente sull'argomento; di solito nelle sezioni "commenti" dei siti web regna la grettezza più becera. Comunque, ecco la mia risposta.
Spiacente, ma non sono d'accordo con te. Se non si ha intenzione di affrontare determinati argomenti nella loro sostanza, allora di questi argomenti non se ne deve parlare proprio. Altrimenti il risultato è il pressappochismo. Ma non solo: le obiezioni da me fatte riguardano elementi fondamentali del testo che sono utilizzati come supporto delle argomentazioni di chi scrive. Insomma, questioni tutt'altro che di lana caprina, ai fini del testo. La riflessione dell'autore si forma analizzando questi argomenti, esprimendo conseguentemente un parere in merito. Ebbene, le analisi sono molto semplicistiche, se non talvolta fuorvianti o errate. La cosa più inaccettabile, a mio modesto avviso, è la banalizzazione delle proteste affiliandole ai seguaci fascistoidi di Casa Pound e Forza Nuova. Ammesso e non concesso che queste proteste non abbiano senso, è sbagliatissimo accomunarle ai raid squadristi di Forza Nuova. Si tratta proprio di una falsità; spero non tendenziosa, ma egualmente grave. Le due cose sono imparagonabili.
Infine non concepisco la tua seguente affermazione: "Peraltro, parecchi rilievi che fai all’autore lui stesso li condivide in toto (D’Alema, il discorso del meno peggio ecc.)." Magari li condivide, ma dall'articolo risulta tutt'altro! Io giudico un autore da ciò che scrive, dato che non posso leggere telepaticamente nel suo pensiero. Da che mondo è mondo, concorderai, l'autore è responsabile di ciò che scrive. Ergo, se affronta con pressapochismo certe questioni, non posso che prendere determinate conclusioni.

Alessio dice:

Condivisibile in linea generale (mi piace sempre quel senso di superiorità morale così radical-chic :)), ma impossibile da condividere per via di questo passo che è semplicemente demenziale "Nel 2011 (ri)cominciava la crisi, dopo i prodromi del 2008, e tu cascavi dal pero. Io mi battevo per andare alle elezioni, ma tu eri in quell’80% di persone che avevano fiducia in Napolitano e nel governo Monti, perché fidarsi incondizionatamente è molto più facile che ragionare e criticare". Sì, certo, che grane saggezza politica: elezioni con lo spread vicino ai 600 punti e un governo ridicolizzato in tutto il mondo. Se riusciremo mai a sfangarla (ma ne dubito, purtroppo), nei libri di storia si renderà merito a Napolitano di avere salvato l'italietta (e forse, in questo modo, addirittura tutta l'Europa) dal baratro.
Votare Ingroia, poi: dio mio. Subito a ridosso, nella classifica del peggio, ai neofascisti verdi, azzurri e pentastellati.

Ma vabbè, ha solo 25 anni. :)

Alessandro Frezzini dice:

Citazione gradita ma al quanto affrettata quella di Claudio Lolli. La piccola borghesia ha sempre tirato a se le attenzioni delle forze politiche in italia. Adesso gli ex voti comunisti sono finalmente sdoganati per essere a sostegno di idee neoliberali. Che ritengo legittime, ma l'assenza di espressioni politiche socialiste o meglio a difesa dei diritti dei lavoratori rende negato il primo diritto cioè quello della rappresentanza. Le tante persone che hanno sostenuto il M5s e ieri sono scese in piazza non hanno rappresentanti in parlamento o credono che non li abbiano avuti prima del M5s. Il problema che il PD si autodefinisce di centrosinistra quando vuole il potere e non vuole difendere i diritti, non parla e non si adopera più per i diritti da anni sono gruppi d'interesse e adesso hanno una nuova Vanna Marchi che gli farà vendere più pentole. Loro si che inseguono quella piccola borghesia moralista che non si indigna se non per B. che non manifesta, che non parla più perchè è maleducazione parlare a bocca piena.

redatagli dice:

Ma non è che per ogni accenno si debba sviscerare la questione. Se no per ogni sillaba si rende necessario un trattato di sociologia.
Se è un articolo fatto a flash, prendilo per quello che è senza esigere che si calcoli ogni aspetto enumerando tutti i se e i ma. Peraltro, parecchi rilievi che fai all'autore lui stesso li condivide in toto (D'Alema, il discorso del meno peggio ecc.).

Grazie, torna a trovarci. :)
Um

Nicodaemon dice:

==D’Alema non è semplicemente uno che ha uno yacht. E’ uno tra i personaggi principali che hanno sempre tutelato Berlusconi,==

Lo so benissimo, ho votato alle primarie apposta per mandarlo a casa. Lo yacht di D'Alema era la giustificazione con cui la gente mi diceva che era uguale a Berlusconi... e i risultati si sono visti. Io sapevo già chi era D'Alema, e anche chi era Berlusconi.

==Non so come mai, caro Luca, tu che parli di “informarsi”, sembra non abbia mai letto una sola riga delle proposte politiche del Movimento 5 Stelle, assolutamente le più civili, le più avanzate e le più innovative che ci siano.==

Invece le ho lette tutte, e mi disgustano. Sono per il finanziamento pubblico ai partiti, perché se lo togli fai come l'America dove sono le lobby che controllano i partiti. L'idea di un referendum sull'Euro la trovo idiota, oltre che essere anticostituzionale.
E in generale trovo orribile il concetto di democrazia diretta: viviamo in un sistema rappresentativo perché ci sono temi sui quali non puoi far decidere alla gente, come scienza, sperimentazione animale, diritti civili, immigrazione e via dicendo.

==Sembra che tu non abbia mai ascoltato frasi storiche dette da Grillo tra un VAFFA e un altro==

Sì, le ho ascoltate. Ha detto che l'AIDS non esiste, ha detto che il Movimento propone una "rivoluzione culturale" (l'ultima ha fatto qualche milione di morti in Cina) e ha detto che non cercheranno alleanze e compromessi con nessuno, e che agiranno solo con la maggioranza assoluta. E quest'ultima è molto hitleriana invece, perché è sempre stato il presupposto di base di ogni regime totalitario.

==“Ne abbiamo mandato a casa uno, dopo pochi mesi dalla nostra prima elezione, si chiama Silvio.==

Ah giusto, siete stati voi. Non la magistratura vero? In quanto a prendersi i meriti degli altri siete uguali al PD, sappiatelo.

andrea vox dice:

complimenti per questo articolo...avrei detto le stesse cose anzi,le ripeto da tempo!Purtroppo bisogna fare i conti con persone ancora troppo dentro il sistema berlusconiano e che continuano a difenderlo...e finchè esso non morirà l'Italia non troverà mai un equilibrio.

Andrea dice:

sì vabbeh se però devi fare l'agricoltore e non vivirci è ovvio che le nuove generazioni non lo fanno. Classico commento qualunquista. Uno il lavoro lo fa se ci mangia, altrimenti diventa hobby.

Daniele dice:

in piazza c'era anche gente che ha votato pd..il m5s non ha appoggiato la manifestazione, non ha appioppato il suo simbolo al carrozzone, come hanno fatto merdapound ecc..non generalizzare..i porconi vogliono dare il paese in mano ai militari..trovami dove il m5s ha detto una bestialità del genere e ti stringerò la mano per avermi aperto gli occhi..in caso contrario evita di equiparare e militanti 5 stelle ai fasciti..anche perché tu dici nei tuoi altri commenti che c'era gente onesta alla manifestazione..non puoi escludere che tra questi ci fossero 5 stelle..puoi escludere altresì il fatto che fossero tra i violenti..quelli erano fascisti e basta non c'è altro modo per definirli..tutta gente che quando si manifestava per l'art. 18 o per le politiche disastrose della gelmini e di berlusconi ci guardavano dal balcone e ci insultavano perché eravamo in strada anziché rinchiusi in casa a guardare il grande fratello

Serena dice:

Continua a pensarla come vuoi, ma sta di fatto che chi ha le larghe intese coi fasci, ha comprato gli F35, tagliato le pensioni, i salari, la sanità e la scuola è il PD.
E Grillo, no, non mi piace, e sono libera di non farmelo piacere, come sono libera di votare per gente come Paola Taverna, Alessandro Di Battista, Nicola Morra e tante altre persone che come me vogliono smuovere l'apatia di questa Italia. Persone sicuramente ingenue e non politicamente allenate, ma oneste.

Nicodaemon dice:

Quella era nelle rivendicazioni ufficiali della manifestazione: dimissioni in massa del governo e governo provvisorio delle forze dell'ordine.
E se FN e Casapound appioppano il loro simbolo ad una manifestazione, o chi la organizza li invita ad andare a prenderla in quel posto, o se sei contrario non ci vai.
Ieri in piazza c'era anche gente che votava PD? Può darsi, e marciavano a fianco di centinaia di militanti che facevano il saluto romano, ci sono le foto di piazza castello a Torino con tutte le braccia tese. Io non manifesterei con gente del genere mai, qualunque sia la mia appartenenza politica.
E il fatto che il programma di Grillo abbia punti in comune con quello di casapound è una realtà, mi spiace per te.

lothar1981 dice:

Se davvero fossi così avanti e così superpartes da poter dare lezioni non avresti scritto sta cazzata su CasaPound (per inciso, si scrive così, non separato).
Se il leggere e informarti prevedesse anche la possibilità di superare i pregiudizi di derivazione storiografica della scuola moderna, quelli per intenderci legati alla mitizzazione della Resistenza in pieno stile ANPI, magari riusciresti a vedere al di là del tuo naso e non faresti la stupida e anacronistica associazione fascista/picchiatore, anche perché, almeno qui a Torino, i presidi di ieri e oggi dove c'erano attivisti di CPI sono stati proprio quelli più tranquilli, perché gli attivisti stessi smorzavano i più esagitati (che infatti sono andati a spaccare cose in centro, dove non c'era CPI, insieme agli ultras di Torino e Juventus, che in qualità di esseri viventi non senzienti sono sempre presenti dive c'è da menare e spaccare).
Detto questo, se la tua informazione così capillare a livello politico ti ha portato da Ingroia allora forse la tua è un'informazione limitata e prettamente sinistrorsa, faziosa e anacronistica, che ti fa credere che fare politica sia solo per "la sinistra" e che "la destra" esista solo per picchiare, discriminare, tiranneggiare.
Tu, oltre a scrivere all'italiano medio, cosa hai fatto di pratico sul territorio? Hai notato che questo tuo post è dello stesso stampo e della stessa matrice di quelli di Grillo & co.?
Magari per un futuro prova ad informarti davvero, a 360 gradi, e magari scoprirai che c'è gente intelligente come te e brava e disponibile come te anche a destra, che ha la sola colpa di andare contro la mitizzazione della storiografia comune, e null'altro.
Cordialmente, Lothar

Daniele dice:

già solo il fatto che in piazza c'eri pure tu la dice lunga...discutere con chi crede di essere unico depositario della verità è inutile, controproducente e totalmente frustrante..continua pure così..le persone tronfie e piene d'aria alla fine sono null'altro che parole disperse dal vento..au revoir mon ami!!!

Lorenzo Penta dice:

Quello che dici è quasi del tutto considvisibile. Sono d'accordissimo sul fatto che si deve essere costantemente informati per quanto riguarda politica e società. Però non si possono banalizzare certi aspetti come hai fatto tu.
Ingroia, ad esempio, non era affatto il politico perfetto, anzi. Innanzitutto, pur di candidarsi, si è messo con quelli di Rifondazione comunista, ladri di uno stemma che (in Italia solamente, e non sempre) ha significato ben altro rispetto a quello che loro sono, ovvero finti oppositori di un sistema di cui fanno parte attivamente, soprattutto nel locale. Inoltre le sue proposte erano folli. Si veda la patrimoniale degna del peggior Lenin proposta da Ingroia. E lo dice uno che la politica economica liberale non la può sentir nemmeno rammentare. Ingroia è un ottimo magistrato, ma come politico non lo voterei. Certamente, potrei votarlo come "meno peggio". Ma non credo che il mio voto meriti di essere dato al "meno peggio", non più.
Liquidare poi D'Alema con la frase sullo yacht è francamente scandaloso. S0ono d'accordo sul fatto che non si deve demonizzare una persona solo perché ha i soldi. Anzi, io direi "buon per lui!". Però non puoi lasciar intendere che D'Alema è "meno peggio" di Berlusconi. Innanzitutto perché votare il "meno peggio" è una emerita cavolata. Ma soprattutto perché D'Alema è l'emblema (più di Berlusconi) della mala politica italiana; si vedano le privatizzazioni, il controllo feudale del partito, gli inciuci con i grandi poteri economici, ecc.
Su Grillo dissento quanto meno perché usi la retorica di molti sinistroidi (essere di sinistra è altra cosa): molti hanno spalato sterco su M5S prendendo i discorsi di Grillo e paragonandoli a quelli di Hitler. Una pratica disonesta dal punto di vista intellettuale, in quanto si decontestualizza il discorso estrapolandolo e commentandolo con frasi di comoso, ma è disonesto anche dal punto di vista morale. Il M5S non è certamente il partito migliore di questo mondo, ma paragonarlo ai fascisti che biasimi tanto in questo post è irrispettoso. Se permetti, i nazifascisti bastonavano, torturavano, uccidevano crudelmente, gettavano persone dagli aerei. Non banalizziamo la Storia, altrimenti certi crimini perderanno il loro terribile, ma importante, valore storico. Anche perché di critiche serie al M5S se ne possono fare tantissime: programma etereo, la questione di democrazia interna e il ruolo di Grillo, le uscite sconcertanti di molti parlamentari su complotti mondiale e le sirene, il prendere posizione basandosi su come gira il vento.
La più grande banalizzazione però è sulle proteste, scialacquate dicendo che sono di matrice fascista (nella fattispecie, Casa Pound e Forza Nuova). Sinceramente è un discorso sempliciotto, molto Scalfariano. Nella Storia, quando il popolo sta male, protesta. Se gli apparati non riescono a rispondere alle istanze del popolo, allora la rivolta è normale. Altrimenti saremmo ancora ai tempi dei faraoni, in cui si stava tutti zitti e non si criticava chi imponeva il proprio potere arbitrariamente e non tenendo conto della felicità delle persone, che è l'unico motivo valido per cui la legge e i governi dovrebbero esistere. E inoltre, è altrettanto importante dire che le proteste di questi giorni non sono orchestrate da Casa Pound o Forza Nuova. Se lo affermi scrivi una falsità. Sono lavoratori arrabbiati perché semplicemente non ce la fanno più. Non sono io a dirlo, e nemmeno Forza Nuova, ma i dati ISTAT e Censis: l'Italia è sempre più povera. Si usano percentuali a due cifre per indicare la quantità di persone povere. Tutto ciò non è civile. La protesta, come ci insegna la Storia, è inevitabile. E anche giusta, se permetti.
Insomma, anch'io potrei dirti: informati, prima di scrivere certe cose! Il messaggio di fondo - informatevi! - è giusto. Ma i numerosi casi presi ad esempio sono analizzati in modo tendenzioso, o come minimo in modo molto banale.

Claudio dice:

Non è stata spaccata una sola vetrina in questi due giorni.
Neanche una.
A differenza di quando manifestate voi cialtroni di sinistra protetti dai sindacati e dal PD e da SEL !

Sergio Puglisi dice:

quello che scrivi è abbastanza fazioso a mio avviso..giusto ma fino ad un certo punto..infatti come grillo anche tu (da quello che si evince) vuoi mandarli tutti a casa. ritengo che una buona parte del movimento5stelle incarni quel tuo sentimento di rivalsa della gente che fino ad ora si è informata e che oggi ha scelto giustamente di combattere (in parlamento si intende, non certo con le armi) per mandarli veramente a casa, e per provare a risollevare il paese. tu non credi?

Nicodaemon dice:

Cialtrone lo dici a tua sorella, e non è che se invece minacciate i negozianti di sfasciare tutto se non chiudono allora voi siete meglio.

denis dice:

Quindi tu stai dicendo che il tuo voto è più importante del mio, che avere votato m5s è da coglioni, che solo il tuo voto alle primarie pd ha prodotto un ricambio generazionale e non i 125 parlamentari 5 stelle che ho votato io. Insomma sono automaticamente un fascista e lanciatore di bidoni, e tutte le altre volte che ho votato pd per non avere nemmeno una legge sul conflitto di interessi in cambio? Non fosse stato per teppisti fascisti grillini fidati che berlusca sarebbe ancora la. Ma tu che lavoro fai???

Nicodaemon dice:

No guarda, non si chiamano "pregiudizi di derivazione storiografica", si chiama "studiare storia". L'idea che sia tutto frutto di un pregiudizio è molto simile ad una teoria del complotto, mi spiace.
In ogni caso, sappi che anche senza pregiudizi ideologici, ho letto il programma di CasaPound sul vostro sito, e lo trovo aberrante. Forse perché sono favorevole alla libera circolazione delle persone, sono contrario al concetto di "patria" e sono internazionalista.

Nicodaemon dice:

No, sto dicendo che il mio voto alle primarie PD ha prodotto più effetto di tutti i manifestanti di ieri messi assieme. Se vuoi votare M5S fai pure, non ho mai detto che tutti quelli che lo votano siano dei coglioni, è chiaro che sono critico rispetto al suo atteggiamento.

Friggha dice:

Non sono una grillina ma secondo me hai perso il capo...

La prima parte dell'articolo ancora ancora (sempre ammesso e non concesso che La Repubblica e La Stampa fossero ancora libera informazione ne 2004), il resto, mah... Paragonare Hitler a Grillo, l'ho già setita, e ridicola. Certo, bisogna votare con coscienza, ma mentre se credi che "la corruzione e l'evasione fiscale" siano i veri problemi dell'Italia, ci hai azzeccato, al massimo, solo a metà. L'evasione fiscale è una conseguenza, endemica, del sistema soppressivo che vige in Italia, e lo dico pur non avendo mai fatto né una lira né un centesimo di nero. Sulla corruzione un po' ci hai dato, ma devi chiarire che non è (solo) la corruzione dei politici, perché ben prima che tu avessi sedici anni (che vuol dire che ora ne hai appena venticinque e di vita, francamente e con tutto il rispetto, ne hai vista proprio poca, per quanto tu possa ritenere di essere "informato"), quando eri appena nato, Borsellino diceva che il problema dell'Italia è nella popolazione e che ci sarebbero volute generazioni prima di cambiare la dilagante e radicata connivenza, mancanza di etica e legge del più furbo. Ma questa informazione deve essere sfuggita a te come a tanti che hanno criticato il M5S o Grillo. Ci sono critiche ed osservazioni giuste e riflessioni da fare su questo movimento e sul suo leader, ma qualcosa sfugge a chi addita Grillo come a un dittatore (questo è solo uno spauracchio usato ad arte), o ha accusa lui o movimento di "non scendere a compromessi": chiunque faccia critiche del genere non ha proprio capito in che mani siamo, ha dimenticato cos'è l'etica vera, ha dimeticato cosa sono i principi, ma soprattutto non ha realizzato (forse perso in fazioni o connivenza, on entrambe) che da cinquent'anni a questa parte, con poche eccezioni sono sempre i soliti a governarci, a far danni e a ridurre l'Italia allo sfascio. Il sistema Italia è un colabrodo. Ma visto che negli anni '80 e '90 non c'eri non te ne puoi ricordare, e forse i tuoi genitori sono troppo giovani per ricordarsi gli anni '70. E quindi forse anche tu sei uno di quelli che crede alla balla che "è tutta colpa di Berlusconi" (beninteso che personalmente non vorrei mai più vederlo al governo o nei pressi di una qualunque istituzione pubblica).

Quindi ti sei dato al PD, perché "ti sei informato". E con tutta questa bella informazione che assumi, che chiaramente non ti deve apparire nemmeno un po' manipolata, a me pare che il risultato sia che alle prossime elezioni voterai di nuovo PD, con il risultato che al governo ci saranno sempre i soliti, quelli che c'erano prima, quelli che di recente ti hanno messo l'IVA al 22% e che hanno rovinato e continuano a rovinare l'Italia.

Come ho detto in apertura non sono una Grillina, ma penso che ci sia qualche bel pezzo d'informazione (o di senno) che ti manca se non hai capito che l'Italia (come molti altri paesi) ha bisogno di un bel "reset" e che questo non può avvenire per opera del sistema stesso.

Forse non ti è nemmeno chiaro che il problema non è italiano, ma riguarda l'intera società umana. C'è bisogno di qualcosa di nuovo che funzioni meglio del vecchio, e i partiti, in tutta onestà, fanno parte del vecchio sistema e non cancelleranno mai se stessi (sicuramente non in Italia).

Ah, D'Alema ha scansato una condanna per finanziamento illecito accertato per prescrizione (perché in Italia succede questo); D'Alema era anche uno a cui l'Inpdap aveva concesso una casa (di soli 146mq) ad equo canone, nonostante i milioni di lire prima e le migliaia di euro poi... D'Alema... ma tu ti sei informato, no?

Nicodaemon dice:

==E con tutta questa bella informazione che assumi, che chiaramente non ti deve apparire nemmeno un po’ manipolata, a me pare che il risultato sia che alle prossime elezioni voterai di nuovo PD==

Deve esserti sfuggito qualcosa: io il PD non l'ho MAI votato ad un'elezione politica/regionale/comunale/provinciale. E mai lo voterò, stando così le cose. Vado a votare alle primarie perché credo che se quel partito cambiasse, avrebbe il potenziale per rappresentarmi.
E un piccolo risultato l'ho ottenuto: la classe dirigente d'Alemiana è stata silurata.

==D’Alema… ma tu ti sei informato, no?==

Sì, e D'Alema lo odio con tutte le mie forze. La storia dello yacht era l'argomentazione di chi difendeva Berlusconi, non mia. E per quanto odi D'Alema e lo consideri il peggio della sinistra, rimane meglio di uno che si teneva Mangano in casa. D'Alema fa schifo, ma non è un buon motivo per generalizzare e dire che sono tutti uguali.

Dario dice:

No era a favore tuo per l'articolo ;-) ;-)
Finalmente qualcuno che mette un po' di ordine in questo populismo sparso un po' dappertutto! ;-)
Ho notato che ti stanno facendo incazzare! Prima o poi cadranno dal piedistallo da dove si ergono...

Fabio dice:

Probabilmente il barista e il gioielliere sono sul punto di chiudere e di lasciare a casa i dipendenti perchè tra la riduzione delgli incassi e l'aumento delle tasse non riscono neppure a pagarsi uno stipendio ma intaccano il capitale messo via con anni di lavoro.

Evandar dice:

- E’ nato come status su Facebook e sta andando per i 100.000 lettori. Forse a voi piace così.-

Quindi? Devo farti per forza i complimenti? Questo non è articolo di cronaca, né d'opinione, né un reportage, né altro. Non ha scopo divulgativo, né informativo, né argomentativo. Non rispetta nemmeno lontanamente i criteri di neutralità e oggettività. Non cita una fonte che sia una. E' un continuo parallelismo riassumibile nella frase "Io sono un genio, tu sei stronzo". Non fa leva sull'orgoglio, né è strutturato in modo tale da smuovere le coscienze. Le idee espresse, per quanto da me condivisibili (anch'io ho votato Ingroia e detesto Grillo, tanto per dirne una), cadono in un qualunquismo e in una generalizzazione disarmanti.
Non sono qui per fare il professore, dal momento che nemmeno io sono un giornalista e le mie pubblicazioni non vanno oltre le collaborazioni sporadiche con giornalini locali e occasionalmente blog d'attualità; però quando scrivo lo faccio, oltre che con quel minimo di tecnica consentitami dalle mie scarse conoscenze, con un preciso e definito intento. Qual è il tuo, a parte criticare a spada tratta e dimostrare al mondo quanto sei figo?

t.hobbes dice:

Davvero splendido articolo. Anche io sono uno di quei due gatti che hanno votato Ingoria e Civati ;)

AVaccari dice:

Alcuni punti dell'articolo secondo me ripercorrono bene sintetizzandoli i comportamenti tipici del servilismo nostrano che hanno da 150 anni a questa parte permesso quello che Michele ha perfettamente descritto e ricondotto al "patetico bipolarismo che di fatto e' un'oligarchia".
Mi permetto poi di estendere il concetto PD/PDL alla nazione intera perche' per come si e dipanata nel corso dei secoli la storia dell'inesistente (in quanto privo di coscienza di classe) popolo italiano essa non potra mai evolvere in una democrazia sullo stile di quelle protestanti o nord europee: e una caratteristica intrinseca, quasi una necissita mentale quella di avere un padrone (mi fa schifo solo la parola) da adorare o biasimare a seconda della convenienza.
Bisognerebbe avere il coraggio di ammettere che l'unione forzata di realta prive di legami, se non quello del servilismo, non ha piu senso e alimenta soltanto lo sfruttamento.

Fabio Monaco dice:

Tutto questo sforzo per distinguersi dall'italiano medio,per non sembrare un qualunquista che pensa che sono tutti uguali, e poi giudica tutti quelli che,al contrario di lui non hanno votato PD, dei pecoroni?
Mi pento solo di aver iniziato ad interessarmi alla politica all'età di 8 anni (eh si, triste,ma vero). Da allora attendo con speranza qualcuno che mi stupisca,qualcuno che possa farmi ricredere sulle scelte fatte in passato, compresa quella di votare alle primarie del PD.
Ancora oggi,dopo aver vissuto la prima,alla seconda,e alla terza repubblica, non riesco a dire in faccia ad un tale presuntuoso di smetterla con la fede cieca ma di iniziare a pensare,questo per colpa del mio senso del pudore e dall'educazione ricevuta dai miei genitori.
Ha ragione,ma se nessuno è stato mandato a casa non è colpa di chi oggi sfascia le vetrine, è colpa di quelli come me!

Nicodaemon dice:

Per quanto mi riguarda D'Alema è uno dei politici più criticabili del mondo, colluso, inetto e inciucista. Ma non è un pregiudicato che si teneva un mafioso in casa. E affermare che sono uguali è un'idiozia.

==Il M5S non è certamente il partito migliore di questo mondo, ma paragonarlo ai fascisti che biasimi tanto in questo post è irrispettoso.==

Per quanto mi riguarda, non lo è. I toni sono gli stessi, gli atteggiamenti sono gli stessi. Oggi non si usano più le spranghe perché c'è Internet, ma l'idea del M5S è: prendiamo il potere con la maggioranza assoluta e facciamo fuori gli altri. Non è un mistero, lo dichiarano pubblicamente. Che il "fare fuori" sia inteso solo politicamente non migliora la situazione, rimane l'idea di base di considerarsi l'unico partito accettabile, e l'unico degno di esistere. Idea fascista, se permetti.

==molti hanno spalato sterco su M5S prendendo i discorsi di Grillo e paragonandoli a quelli di Hitler.==

Sarà una pratica disonesta, resta il fatto che quando lo fai nessuno si accorge della differenza, e questo mi fa fare due domande sul pubblico.

Le proteste: sono fasciste perché organizzate da personaggi legati a FN e CasaPound, e questo è di dominio pubblico. Quando il popolo sta male protesta, ma non c'è un unico modo di protestare: ieri Torino sembrava Ramallah, e i toni e i modi della protesta erano quelli di chi l'aveva organizzata, ovvero i fascisti. Ho protestato anch'io, e anche in maniera oltranzista, ma qui è ben diverso: questa è violenza reazionaria, non protesta pacifica.

Pagine

Aggiungi un commento

I commenti su Tagli non sono soggetti a moderazione preventiva. La Redazione declina ogni responsabilità circa il loro contenuto, e si riserva il diritto di rimuoverli a propria assoluta e totale discrezione.
Tagli ribadisce pertanto che ogni opinione, accusa o illazione inviata nei commenti è sotto la responsabilità civile e penale dell'autore. La Redazione si riserva di fornire gli estremi dell'autore di ciascun commento ritenuto lesivo all'autorità giudiziaria.
Per maggiori informazioni, consulta la sezione Termini e condizioni di utilizzo.

Plain text

  • No HTML tags allowed.
  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.
  • Lines and paragraphs break automatically.
CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.